domenica 28 marzo 2010

Una settimana di cammino

Questa settimana ho deciso di concentrare i miei sforzi sulla camminata, un movimento molto naturale che ci appartiene quasi da sempre. Ma devo ammettere che è davvero tutt'altro che naturale ruiscire a ricreare in animazione un movimento tanto complesso in maniera credibile.

E davvero sorprendente notare come bastino anche solo un paio di fotogrammi per dare ad un passo una particolare cadenza.

video

Anche qui ho lavorato sul timing e ho notato come il dover frazzionare un movimento cosi lineare in maniera sistematima mi abbia messo nella situazione di dover comprendere più a fondo la natura meccanica di questo movimento. Più lento è il movimento e più spazzi vuoti ci sono da riempire e di coseguenza aumentano anche le possibilità di sbagliare; è dunque d'obligo aumentare la propria cosapevolezza riguardo al movimento in questione.
Ricordo di aver letto un intervista di misha-klein nella quale affermava di animare a 18 fotogrammi al secondo; velocità che considera più adeguata, infatti diceva:"25 fotogrammi non perdonano, 12 sono troppo pochi e 15 abbastanza ma 18 è la velocità ideale". L'intransigenza dei 25 ora credo di averla compresa più a fondo e suppongo che sia legata proprio a quella consapevolezza di cui parlo. Accellerazioni, frenate, curve, ecc.. sono tutti elementi da tenere sotto strettissima osservazione a qualsiasi velocità ma a 25 l'errore non è proprio contemplabile...

Maestri come Ray Harryhausen o Starewicz che, animavano quasi alla ceca o almeno senza tutti i mezzi che abbiammo oggi a disposizione richiedendo cosi davvero motissima memoria e soprattutto concentrazione, hanno davvero tutto il mio rispetto.

E' stata una settimana davvero stimolante.
Continuerò con i camminati ancora per un pò....speriamo bene.

domenica 14 marzo 2010

La Mummia è Vivaaa!!!!

video

Ecco il mio primo test con la mezza mummia e in una versione al quanto stordita aggiungerei.

La struttura interna sembra funzionare bene e sorprendentemente sono anche riuscito a cacciarmi nella situazione di dover usare il supporto esterno che aveo fabbricato proprio per un occasione del genere ma che non avevo ancora collaudato; Se ci fate caso appare in un fotogramma.

I magici movimenti di camera che in genere si verificano esclusivamente durante la notti di luna piena non sono mancati e verso la fine anche qualche anomalo aumento di tesione nella lampadina....uuuuuuuH!

Per quanto riguarda la performance...ci sono diverse cose che non ho ancora capito e un pò di studio dal vero potrebbe proprio fare al caso mio ma qualsiasi consiglio è il ben venuto; timing, pose, inclinazioni, archi per non parlare di pianificazione della sequenza, qualsiasi obbiozione o curiosità è ben accetta.

Il prossimo passo da fare, in ogni modo è indietro. Ossia semplificare il tutto riprendendo con qualche esercizio sulle pose e sulla distribuzione del peso da una gamba all'altra.